“Termas eximias et magnificientissimas” così Elio Sparziano, nella biografia dell’imperatore Caracalla, definisce le Thermae Antonianae tra gli impianti più grandi e meglio conservati del mondo antico. Le loro immense e suggestive vestigia, che hanno ispirato le “Odi ai Giganti” di Giosuè Carducci, si stagliano ancora oggi incontrastate ai piedi del Piccolo Aventino, donando a questa parte della città la soavità di un luogo ameno sospeso nel tempo.
Furono costruite nel 216 d.C. per iniziativa di Caracalla con il tradizionale impianto tipico delle grandi terme imperiali. Le sale ed i monumentali ambienti termali romani non erano soltanto destinati al relax, ma rappresentavano veri e propri centri sociali per incontri e contatti. Il loro aspetto esterno e interno doveva essere al tempo stesso maestoso e raffinatissimo.
Le fonti scritte parlano, infatti, di enormi colonne di marmo, pavimentazione in marmi colorati orientali, mosaici di pasta vitrea e marmi alle pareti, stucchi dipinti e centinaia di statue e gruppi colossali, sia nelle nicchie delle pareti degli ambienti, sia nelle sale più importanti che nei vasti giardini esterni.

L’accesso è consentito previo acquisto del biglietto online. Si richiede gentilmente la prenotazione in tempi che consentano una gestione  dell’organizzazione.
APPUNTAMENTO ORE 17 DAVANTI L’INGRESSO VIALE DELLE TERME DI CARACALLA, 52.
Costo biglietto 10 euro. 
Il contributo alla visita è di 10 euro. Auricolari 1, 50 euro se necessari. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA.

 

“Non limitarti a guardare una cosa e da un solo punto di vista”
Marco Aurelio
PRENOTA ORA 

CHIAMACI

+39.329.36.14.470

visite guidate roma

Roma

Open Hours

M-F: 8am – 6pm, S-S, 9am – 1pm

Email

info@guideroma360.it